mercoledì 24 maggio 2017

Cortona, 8 giugno 2017: "Un viaggio nell'archeologia subacquea" - Incontro con Mario Mazzoli, General Manager A.S.S.O.


Giovedì 8 giugno 2017 ore 18:00
Istituto Tecnico Economico “Francesco Laparelli” 
Palazzo La Moderna, Via Maffei, 7 Cortona (Arezzo) 
UN VIAGGIO NELL'ARCHEOLOGIA SUBACQUEA 
Dott. Mario Mazzoli. 
Tecnico di archeologia subacquea, speleosubacqueo e speleologo. 
Direttore Generale della A.S.S.O 

Evento organizzato di sostegno alla Giornata Mondiale degli Oceani 
Ingresso Gratuito 

Con il Patrocinio del Comune di Cortona 

Un viaggio alla ricerca delle tracce che la storia dell’uomo ha lasciato sott’acqua. L’avvicinamento al mondo archeologico sommerso verrà condotto, con l’ausilio di numerose immagini e filmati, attraverso le esperienze operative di grandi Enti di ricerca e di organizzazioni di nicchia. Partendo dagli antichi sommozzatori si attraverseranno le diverse aree di lavoro dell’archeologia subacquea per esaminarne i principali tratti caratteristici, le modalità di individuazione, i reperti, gli studi ed i risultati. Si vedrà come analizzare e documentare un giacimento archeologico sommerso dipenda essenzialmente da come questo è connaturato, dalla tipologia, dalla profondità alla quale si trova, da come è costituito il fondale, dai danneggiamenti umani o naturali che ha subito, da come si è sedimentato il deposito che lo ha coperto e dall’ambiente nel quale si trova (salmastro, dolce, fiume, laguna, lago, mare, grotta, effetto del moto ondoso, successiva antropizzazione, ecc.). Particolare attenzione verrà riservata ai siti archeologici presenti nei laghi, lagune e nei fiumi, ai resti della navigazione antica, ai porti e alle altre infrastrutture, agli effetti della variazione dei livelli delle acque, alle aree urbane oggi sommerse, ai relitti di navi antiche e alle grotte.


La Giornata mondiale degli Oceani è un'occasione per ricordarci che i nostri mari sono in crisi, che in Europa il 60 per cento delle risorse ittiche studiate è sovrasfruttato e che nel Mediterraneo e nel Mar Nero la situazione è ancora più allarmante. Per questo Greenpeace sostiene la pesca artigianale che impiega attrezzi a basso impatto ambientale e riduce al minimo gli scarti. I proprietari delle imbarcazioni solitamente lavorano sulle barche e pescano quanto necessario per sostenere le loro famiglie.

venerdì 19 maggio 2017

25 maggio 2017: GIORNATA DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER IL PATRIMONIO CULTURALE


La A.S.S.O. è lieta di annunciare la sua partecipazione all'incontro delle Associazioni di Volontariato per il patrimonio culturale organizzato dalla Soprintendenza di Roma che si terrà il 25 maggio 2017 dalle 9.30 alle 18.00 a Roma, Palazzo Patrizi Clementi, via Cavalletti 2.
Siete invitati a partecipare. Per info: 06/67233000-06/67233020

Con la Giornata dedicata alle Associazioni di volontariato per il patrimonio culturale la Soprintendenza intende portare a conoscenza del grande pubblico la meritoria attività che da decenni tali associazioni conducono soprattutto nel campo della ricerca e promozione del patrimonio archeologico. Il volontariato in generale ha avuto negli ultimi anni in Italia prestigiosi riconoscimenti ufficiali e vasto è il favore popolare che lo accompagna. Segnatamente, il volontariato culturale ha fatto registrare un innalzamento del livello tecnico-scientifico grazie, soprattutto, ai numerosi giovani titolati e forti di una solida esperienza maturata, in stretta collaborazione con la Soprintendenza, in svariati interventi che vanno dallo scavo, al recupero di opere, a momenti di studio, alle iniziative per la musealizzazione e la valorizzazione. Di qui anche i frequenti rapporti, tramite i Funzionari di zona, con il Ministero, gli Enti territoriali, scuole e Università. Ne emerge un quadro operativo assai vario e articolato che investe un territorio molto diversificato anche nelle problematiche archeologiche e storico-artistiche, dall’Etruria, all’area suburbana maggiormente legata a Roma e ai centri laziali di più antica origine. Tutte queste realtà, suddivise per ambiti topografici, saranno illustrate dagli stessi rappresentanti delle Associazioni, aderenti ad organizzazioni nazionali (come i Gruppi Archeologici d’Italia o l’Archeoclub) o espressione di sensibilità locali, in una serie di contributi che vedranno ulteriore arricchimento in una cospicua serie di poster incentrati su temi specifici.

Gruppo Archeologico Territorio Cerite, Gruppo Archeologico Romano, Associazione Artemide, Società Storica Civitavecchiese, Associazione Valorizziamo Veio, Gruppo Archeologico di Bassano in Teverina, Associazione Veramente Orte, Associazione del MAVNA (Museo Archeologico Virtuale di Narce), Associazione Amici delle Tombe Dipinte di Tarquinia, Associazione Fontana Antica, Archeoclub d'Italia Mentana, Archeotuscia Onlus, Gruppo Archeologico Castrum Cryptarum, Gruppo Archeologico Turan, Gruppo Archeologico Velzna, Gruppo Archeologico Castrum Lubriani, A.S.S.O. Archeologia subacquea, Speleologia e Organizzazione o.n.l.u.s. , Centro di Studi Marittimi del GATC, Associazione Centro Ricerche della Scuola Sub del Lago di Bolsena, Gruppo Archeologico Latino “Latium Vetus”, Associazione Articolo 9, Gruppo Archeologico Aricino Lanuvino Nemorense, Gruppo Archeologico Veliterno, Gruppo Archeologico Latino “Bruno Martellotta”, Sotterranei di Roma

mercoledì 10 maggio 2017

Al via il primo censimento delle cavità artificiali ricadenti nel territorio della Riserva Lago di Vico


Durante i millenni le comunità che hanno abitato questo comprensorio hanno avuto la necessità di approvvigionarsi d’acqua, difendersi, ripararsi, ricoverare il bestiame o estrarre materiali da costruzione o minerali. Questi bisogni essenziali hanno spinto gli uomini a scavare nella roccia o ad ampliare delle cavità naturali creando una serie incredibile di strutture sotterranee, talora di grande estensione. 

L’insieme di questo mondo ipogeo, costituito da strutture abbandonate, riutilizzate o ancora in funzione, rappresenta un vero e proprio patrimonio culturale che va conosciuto e tutelato. Per questo è in corso il censimento preliminare delle cavità artificiali ricadenti all'interno del perimetro della Riserva Naturale Lago di Vico. 

Per l'espletamento di queste attività il personale dell’area la Riserva sta attivamente collaborando con gli esperti delle associazioni speleologiche EGERIA Centro Ricerche Sotterranee e ASSO Onlus , i cui tecnici sono anche componenti della Commissione Nazionale Cavità Artificiali della Società Speleologica Italiana . La tipologia delle strutture ipogee di interesse storico e archeologico nella nostra area è costituita essenzialmente da cunicoli di captazione, acquedotti, cisterne,..... CONTINUA A LEGGERE SUL SITO DELLA REGIONE LAZIO

sabato 29 aprile 2017

Grazie per la vostra donazione del 5x1000 ed invito per il 2017

Nel 2016 alla nostra Onlus A.S.S.O. (Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione) è stato riconosciuto un contributo del 5x1000 – anno 2014 - pari a 4201,38 €. 

Rivolgiamo un sincero grazie a chi ha voluto devolvere alle nostre attività la propria quota ed estendiamo l’invito alla donazione del 5X1000 anche per quest'anno. 

Perché chi non ci conosce dovrebbe pensare ad ASSO ? 

Perché siamo affermati e costantemente attivi, con documentata credibilità e sincero approccio no profit, nella scoperta e nella tutela di ciò “che c’è sotto” i nostri piedi o le nostre acque. Non abbiamo paura a definirci un vero team. Impieghiamo cuore e testa, oltre a risorse economiche proprie, operando prevalentemente attraverso ricerche ed esplorazioni nei settori dell’archeologia subacquea, delle cavità naturali, artificiali e nelle aree sotterranee sommerse. I risultati ci gratificano e i riscontri sono positivi anche se ogni anno lo sforzo per raggiungere traguardi accettabili e documentati è sempre più gravoso. 

La nostra operazione “conoscenza” prosegue però con la dedizione e la determinazione di sempre ed il vostro supporto ci aiuta concretamente a integrare le risorse economiche finanziate dai soci. 

Questo è il motivo per il quale invitiamo chi volesse destinarci il 5 per mille della sua Irpef ad indicare il nostro codice fiscale (92003990584) nella dichiarazione dei redditi (modello Unico o 730) o nella scheda CUD nel riquadro riservato al “Sostegno delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale” 

Ed inoltre:


Sostieni la A.S.S.O. quando compri su internet. Con Helpfreely puoi comprare in migliaia di negozi online e una parte della tua spesa verrà convertita gratuitamente in una donazione per A.S.S.O. Registrati ora e inizia a donare gratis a A.S.S.O.



Puoi sostenere la A.S.S.O. anche con donazioni dirette in denaro, beni e/o servizi (erogazioni liberali) i cui importi sono detraibili (persone fisiche) o deducibili (imprese) dalla dichiarazione dei redditi.  Contattaci per maggiori info.

domenica 16 aprile 2017

Cristalli di calcare a filo d’acqua, al Circeo suggestioni di ghiaccio nell’antica cisterna sotterranea




Uno spettacolo inedito quello che si è presentato davanti agli occhi dei subacquei dell’associazione Asso in missione al Circeo. Asso sta per “Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione”, il sodalizio che insieme all’Associazione Romana Sotterranea ha una convenzione con il Comune di San Felice Circeo per le ricerche subacquee di interesse culturale, ambientale e turistico al fine della valorizzazione di percorsi, siti e reperti archeologici. Ebbene, questa mattina quando armati di scafandri i volontari Asso si sono calati nell’antica cisterna, collegata all’acquedotto romano del centro storico di San Felice Circeo hanno trovato una distesa d’acqua di quaranta metri quadrati, completamente ricoperta di cristalli di calcare. L’effetto ottico è stato suggestivo: sembrava ghiaccio. 

Del singolare episodio – i palombari si erano già immersi altre volte nella cisterna – sono state effettuate anche delle riprese video che saranno presto diffuse dall’associazione. Ad ogni buon conto l’operazione di oggi è servita a fare il punto sul percorso turistico che sarà realizzato non appena l’ufficio preposto del Comune provvederà ad affidare i lavori, già finanziati con fondi propri dell’ente municipale ed approvati da apposita conferenza dei servizi, che renderanno accessibile l’antica cisterna ad utenti visitatori. Le opere programmate non ..... CONTINUA A LEGGERE SU LATINACORRIERE.IT

venerdì 24 marzo 2017

31 marzo 2017: IL MARE DEGLI ANTICHI E L'ARCHEOLOGIA SUBACQUEA


Il Centro Sub Castelli in collaborazione con ASSO - Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione presenta "Il mare degli antichi e l'archeologia subacquea": uno splendido viaggio nel mar mediterraneo tra foto, video e scavi inediti. Con la partecipazione del direttore generale di A.S.S.O. Onlus, il dott. Mario Mazzoli

L'evento si terrà venerdì 31 marzo alle ore 20.00 presso il ristorante Le Mimose (Via dei laghi km. 10,100 - Rocca di Papa) ed è aperto a tutti, subacquei e non. Scopri la passione per il mare in nostra compagnia. 

INGRESSO GRATUITO 

Possibilità di cenare al termine dell'evento presso il Le Mimose.

giovedì 23 marzo 2017

23 marzo 2017: GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA


La GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA (in inglese: World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all'interno delle direttive dell'agenda 21, risultato della conferenza di Rio. Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all'interno dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell'acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi. Con la coordinazione del dipartimento degli affari sociali e economici dell'ONU, la giornata internazionale dell'acqua 2005 determinò l'inizio di una seconda decade internazionale delle Nazioni Unite dedicata alle azioni per l'acqua.

Gli speleologi italiani supportano da sempre questa importante campagna di sensibilizzazione con l'iniziativa "L'ACQUA CHE BERREMO" da cui riportiamo qui di seguito un breve estratto:

"Il tema della Giornata Mondiale dell'Acqua 2017 è: PERCHÈ SPRECARLA? 
 A livello globale, la stragrande maggioranza di tutte le acque reflue dalle nostre case, città, industrie e colture rifluisce nella natura senza essere trattata o riutilizzata – inquinando l’ambiente, e perdendo preziose sostanze nutritive e altri materiali recuperabili. Invece di sprecare acque reflue, abbiamo bisogno di ridurle e riutilizzarle. 
Nelle nostre case, possiamo riutilizzare le acque grigie nei nostri giardini e terreni. Nelle nostre città, possiamo trattare e riutilizzare le acque reflue per gli spazi verdi. Nell'industria e nell'agricoltura, possiamo trattare e riciclare gli scarichi dei sistemi di raffreddamento per l’irrigazione. Sfruttando questa preziosa risorsa, faremo lavorare meglio il ciclo dell’acqua per ogni essere vivente. 
E contribuiremo a realizzare l’obiettivo di sviluppo sostenibile 6, dimezzare la percentuale di acque reflue non trattate e di aumentare il riciclo dell’acqua e il suo riutilizzo sicuro."

sabato 18 marzo 2017

Circeo, consegnato al Comune il ceppo di un'antica ancora. (da Latinaoggi.it)

Consegnato questa mattina al Comune di San Felice Circeo il ceppo di un'antica ancora pescato attorno al promontorio. si ritiene che il reperto sia di epoca romana, anche se non è stata ancora effettuata una datazione certa.
Ad ogni buon conto la parte di ancora rinvenuta, in piombo e della lunghezza di un metro e 80 centimetri, grazie alla collaborazione della cooperativa "S.F.Circeo" - fanno sapere Eugenio Saputo e Franco Domenichelli, rispettivamente vice sindaco e delegato ai beni storico-archeologici - è stata sistemata ed è già visibile, presso la porta del Parco, che ospiterà il museo civico "Marcello Zei", la cui istituzione è stata deliberata dal consiglio comunale.
Mario Mazzoli, direttore dell'associazione A.S.S.O. di archeologia subacquea, che ha da poco firmato una convenzione col Comune per effettuare delle indagini sottomarine delle tante vestigia storiche nascoste nelle acque del Circeo, ha dichiarato: "La quantità di concrezioni.... CONTINUA A LEGGERE SU LATINAOGGI.IT